La “Carnival Obsession” di Antonia Sautter – questo il titolo scelto dalla creatrice di eventi e costumista veneziana per la trentunesima edizione de Il Ballo del Doge – è andata in scena ieri sera, nella cornice della Scuola Grande della Misericordia, confermandosi l’evento mondano più sontuoso, fantasioso e ricercato del Carnevale veneziano.

Venezia, 11 febbraio 2024 – “Una grande artista, una donna di straordinaria fantasia, che è riuscita a creare un evento unico al mondo” le ha reso omaggio Alba Parietti, in un fiabesco abito da Regina delle Nevi, davanti agli oltre 500 ospiti internazionali, tutti abbigliati in sontuosi costumi d’epoca.

Tra gli altri i vip presenti alla sfarzosa festa, una Elisabetta Franchi-Marie Antoniette e  una raffinata Violante Placido con copricapo in piume di pavone.  Nelle vesti di Casanova, l’artista contemporaneo Anish Kapoor si è detto incantato dal distintivo interior decor ispirato alla raffinata iconografia della Serenissima del salone del primo piano, dove si è tenuta la cena di gala allietata da uno spettacolo che ha coinvolto oltre 100 artisti provenienti da tutto il mondo.

Al piano terra, la scenografia ha giocato con ambientazioni più oniriche e con il tema della scacchiera, elemento en pendant con l’originale creazione sartoriale indossata da Antonia Sautter, una raffinatissima Cruella de Vil. Protagonisti delle esibizioni artistiche del sorprendente Welcome-show due raffinati canoni estetici del carnevale: la maschera  – protagonista di un ipnotico ed intrigante carosello di danza – e  “la stanza dei Pulcinella” dipinta da Giambattista Tiepolo, animata da una ventina di energici pulcinella, due dei quali acrobati arealisti. Il poetico welcome show è culminato con la sferzante interpretazione di un classico dei Queen – We will rock you – segnando un primo cambio di passo, anche cromatico, della serata. 

Il sontuoso banchetto è stato servito in un tripudio di decorazioni floreali e sfumature di verde foresta nel salone del primo piano, accompagnato da uno spettacolo che ha alternato grandi classici del musical – Be Our Guest – a poetici assoli di artisti internazionali. Le otto portate sono state accompagnate dalle acque minerali Lurisia, dai vini delle case Conte d’Attimis-Maniago e donne Fittipaldi, e dalle bollicine di Hatt et Söner. La deliziosa torta a otto piani, realizzata dal cake designer Renato Ardovino, è stata l’occasione per fare gli auguri alla padrona di casa, Antonia Sautter che celebra oggi il suo compleanno

“Ammetto di essere ossessionata dall’estetica del carnevale, sarà che sono nata a Venezia in febbraio!” – ha dichiarato alla stampa internazionale presente in sala Antonia Sautter “sono però certa che l’arte, la bellezza e la creatività – l’ABC che guida il mio lavoro per Il Ballo del Doge – abbiamo il grande potere di diffondere il buonumore e la gentilezza di cui abbiamo tutti bisogno. Il carnevale è un’arte, l’arte della gioia”.

Il brindisi al termine della cena di gala ha segnato, dopo la mezzanotte, l’avvio di un Dj set esclusivo orchestrato da Red Bull e Puerto des Indias, partners del distintivo After-Dinner Party in abiti d’epoca che è una cifra stilistica de Il Ballo del Doge 2024. 

Si ringraziano inoltre: ACADEMIA BSI MILANO, AIR-DYNAMIC e JUSBOX perfumes per aver contribuito alla realizzazione di Carnival Obsession.   

I momenti salienti di Carnival Obsession  sono pubblicato sul profilo IG de Il Ballo del Doge e sul sito dedicato ilballodeldoge.com.