75. Mostra internazionale d’Arte Cinematografica, seguiteci vi racconteremo giorno dopo giorno tutto ciò che accadrà!

 

LA STORIA DEL RED CARPET

Oggi avrà inizio una delle manifestazioni dall’eco internazionale più forte perché concentrato di fashion, star e cinema

La “mostra del cinema di Venezia”, manifestazione cinematografica presentata in Italia nel 1932 ed organizzata dalla Biennale di Venezia,  porta nella nostra penisola non solo attori di fama internazionale ma, da  quest’anno, anche sponsor molto importanti.

Quest’edizione vede ufficialmente per la prima volta Manila Grace, noto brand del mondo del fashion, accompagnare la kermesse cinematografica e con la sua eleganza e un tocco di eccentricità rendere ancora più glamour il “nostro evento red carpet” che, per ogni edizione, ha avuto almeno un VIP sul quale “discutere”. Ricordiamo, ad esempio, nel 2016 lo spacco esagerato di Dayene Mello oppure nel 2017 il vestito bianco sfoggiato da Bianca Balti targato OVS.

Aspettando il ventinove agosto per decretare quale Very Important Person riuscirà a solleticare la nostra curiosità ci chiediamo, ma come nasce quest’evento?

Il lido di Venezia, famoso nel secolo scorso perché meta del turismo curativo, era sede delle spoglie di S. Nicolò. Solo con i “ruggenti anni venti” cominciò ad essere visto come meta di divertimento a tal punto da iniziare la costruzione di stabilimenti balneari, sale da gioco e alberghi.

Il grande movimento che andò a crearsi attorno a questa lingua di terra nel primo decennio del 1900, portò lo scrittore Thomas Mann ad usare il lido come sede per quello che divenne uno dei suoi maggiori scritti “Morte a Venezia”.

Nel 1932, però, il Lido vide il suo momento di massimo splendore perché dal sei al vent’uno agosto, presso la terrazza dell’Hotel Excelsior, ebbe inizio la prima delle oltre settanta edizioni della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica.

Ancor’oggi i vincitori della manifestazione, vengono premiati con il Leone d’oro, simbolo della  bella città lagunare.

Mariangela Bonaparte