Cultura, Arte e Impegno sociale, un connubio vincente a servizio di una grande causa: nel mese della sensibilizzazione sulla Ricerca sul tumore al seno, ottobre, la Fondazione Bisazza, prestigioso contenitore di installazioni di designer e architetti, ha aperto le porte, e gli scrigni dei suoi tesori, a sostegno della Fondazione AIRC.


Nella sede di Montecchio Maggiore (Vicenza), si è svolta infatti una soirée di alto profilo culturale e gastronomico con un cocktail realizzato da Alajmo Eventi per circa 200 donatori di AIRC Veneto – Trentino Alto Adige che, con circa 40 mila euro di donazioni, sosterranno i migliori progetti di ricerca oncologica e, in particolare quella sui tumori femminili per i quali, proprio la continuità di impegno e la serietà di studio, sta registrando notevoli progressi in termini di aumento della sopravvivenza dopo la malattia. L’evento è stato organizzato dai due Consiglieri AIRC di Padova, Gianluca Saccoccia e Alessandra Ferri de Lazara, con la partecipazione del presidente regionale Antonio Maria Cartolari e le altre delegazioni di Veneto e Trentino Alto Adige.

Importante l’apporto assicurato poi dai partner che hanno contribuito a rendere più ricca ed emozionante la serata. A fare da contorno al superbo buffet di Alajmo Eventi, i vini delle cantine Angelo Scaroni e Borgoluce, la pasticceria di Racca. Un evento reso possibile dai contributi di Azimut; Credito Trevigiano; Crefin; DAB; Estetica Medica; Fedrigoli Costruzioni; Mion; Palazzina; Sorada Holding; Trivellato. A loro e tutti i partecipanti è stato espresso il ringraziamento della Fondazione AIRC.