A Venezia fino all’8 novembre 2015. Il celeberrimo fotoreporter statunitense traghetta in Laguna uno dei suoi progetti più longevi: quello dedicato ai volti e ai paesaggi che scrivono la storia del caffè. Coadiuvato da Lavazza, ora partner dei Musei Civici veneziani, e dal vulcanico Fabio Novembre, Steve McCurry trasforma le Tese dell’Arsenale in uno spazio espositivo mozzafiato.

FROM THESE HANDS: A JOURNEY ALONG THE COFFEE TRAIL è il titolo della prima mostra del fotografo Steve McCurry a Venezia, organizzata da Lavazza e firmata dall’architetto Fabio Novembre, che sarà allestita fino all’8 Novembre presso l’Arsenale Nord, Tesa 113.Al centro della mostra, 62 scatti realizzati da McCurry in 12 diversi Paesi: Brasile, Burma, Colombia, Etiopia, Honduras, India, Indonesia, Perù, Sri Lanka, Tanzania, Vietnam, Yemen.[easymedia-slider-two med=”14708″]

L’allestimento di Fabio Novembre è studiato per accompagnare il pubblico nelle atmosfere evocate dagli scatti. Le foto di McCurry sono sempre l’inizio di un viaggio in cui è meraviglioso addentrarsi. L’idea da cui è stato sviluppato l’allestimento, diventa quindi un labirinto all’interno del quale il visitatore potrà ammirare le opere di McCurry riprodotte su pannelli concepiti come pagine di un volume fuori scala. La bellezza e l’umanità che scaturiscono dalle immagini di McCurry è amplificata dall’allestimento di forte impatto scenico e immersivo studiato e realizzato dall’architetto Fabio Novembre.

Unico comune denominatore: il caffè. Si tratta infatti delle foto più belle ed evocative scattate da McCurry nel corso di un viaggio che copre un arco temporale di oltre trent’anni sulle strade del caffè, raccolte nell’omonimo volume edito da Phaidon, tra i maggiori editori di arti visive e fotografiche. Il volume di Phaidon si trasforma in una mostra, che approda a Venezia grazie a Lavazza, che da tredici anni condivide con Steve McCurry questo viaggio nelle terre e tra le persone del caffè. McCurry è infatti il narratore ufficiale di ¡Tierra!, il progetto di sostenibilità realizzato interamente da Lavazza nei paesi produttori di caffè, del quale Steve si è fatto testimone d’eccezione, oltre che compagno di viaggio, rendendolo un vero progetto di sostenibilità culturale. Grazie a questo connubio di sostenibilità, fotografia e cultura, il prezioso lavoro di McCurry è servito infatti a raccontare per immagini le azioni del mondo che vive intorno al caffè.

La maggior parte delle fotografie raccolte nel libro ed esposte nella mostra sono infatti le immagini scattate da McCurry nell’ambito del progetto ¡Tierra! e concretizzano l’idea di Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image dell’azienda, di riunire all’interno di un’opera questo lavoro sull’umanità del caffè nei suoi molteplici volti e storie. Alcune di queste immagini sono assolutamente inedite, come i ritratti realizzati in Etiopia e Vietnam, gli ultimi due Paesi coinvolti da Lavazza nel progetto di sostenibilità. Grazie ad alcuni tra i suoi scatti più celebri, come il ritratto della ragazza afghana, Steve McCurry è uno dei fotografi più apprezzati non solo dagli esperti e gode di un grandissimo consenso popolare.

A proposito dell'autore

Caporedattrice

Una laurea in lettere con la predilezione per l'organizzazione di eventi. Amante di tutto ciò che fa perdere tempo e contribuisce a trascurare la concretezza, aiutata in questo da astratti studi umanistici. Una passionaria. Di tacchi a spillo e vestiti. Di viaggi e letteratura. Di enogastronomia e scrittura. Di cucina e vino. Della carne che cuoce sulla brace e del rito magico delle tagliatelle fatte in casa. Delle mille storie che ti racconta un vino e dei ricordi che ci puoi nascondere dentro. Dei filari di viti immersi nella luce calda dell’imbrunire, con tutta la loro poesia. Della vita. Ha dei gusti semplici, si accontenta sempre del meglio. Lo diceva anche Oscar Wilde. Un'Amélie Poulain di provincia che sogna le grandi metropoli e coltiva un amore profondo per Milano. Si commuove di fronte al suono di un pianoforte, alle mille sfumature rosa dei tramonti, ai quadri impressionisti e ai vestiti di Giambattista Valli

Post correlati


Warning: strpos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/gothanews.com/public_html/wp-content/plugins/wp-optimize/minify/class-wp-optimize-minify-fonts.php on line 203

Warning: strpos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/gothanews.com/public_html/wp-content/plugins/wp-optimize/minify/class-wp-optimize-minify-fonts.php on line 203