Il Museo di Storia Naturale di Venezia ha organizzato per sabato 14 maggio un pomeriggio dedicato ai più piccoli, ma non solo, per la conoscenza di alcuni animali che troviamo abitualmente nelle nostre case, fonte di sospetti e di timori spesso esagerati.

Li abbiamo sotto gli occhi più o meno quotidianamente ma spesso non ci facciamo molta attenzione o, magari, cerchiamo di dimenticarcene… perché ci ripugnano o addirittura spaventano. Ragni, roditori, gechi, tarme, insetti vari. Pensando a quanti sono gli ospiti poco conosciuti e spesso indesiderati con cui condividiamo il tetto c’è da rimanere stupiti, magari anche un po’ turbati. Ma chi sono gli animali che troviamo abitualmente nelle nostre case? Perché ci entrano? Di cosa vivono? Quando c’è da preoccuparsi?

House centipide (Scutigera coleoptrata)

House centipide (Scutigera coleoptrata)

 

Il Museo di Storia Naturale di Venezia ha organizzato per sabato 14 maggio un pomeriggio intitolato “Ospiti sconosciuti“, durante il quale saranno proposte conferenze a carattere divulgativo e laboratori dedicati ai più piccoli per la conoscenza di questa fauna così vicina ma così poco nota, fonte di sospetti e di timori spesso esagerati.
Ne parleranno Francesco Barbieri, biologo e divulgatore, che presenterà gli animali con cui condividiamo l’ambiente domestico raccontandone la vita nascosta, e Stefano Nerozzi, naturalista ed esperto di gestione delle specie infestanti, che spiegherà quali misure intraprendere per affrontare gli ospiti particolarmente scomodi e prevenirne la presenza. Dario Gallotti, responsabile dell’ufficio comunale di competenza, interverrà informando sulle modalità di assistenza e di intervento in carico all’ente pubblico.
In contemporanea alle conferenze, i bambini e ragazzi dai 7 agli 11 anni potranno partecipare al laboratorio “Ti presento i miei! Ospiti più o meno graditi delle nostre case”, attività progettata dagli operatori naturalisti della Cooperativa Limosa in collaborazione con il personale scientifico del Museo. Il laboratorio è su prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Dead cockroach (Blatta orientalis) isolated on white background

Dead cockroach (Blatta orientalis) isolated on white background