Grande festa per il battesimo del T-major, della centenaria azienda veneta “Antonio Carraro” trattori.[easymedia-gallery med=”14003″ style=”light” filter=”1″]

Quando “nasce” un nuovo trattore in casa Carraro, c’è sempre grande emozione, perché è un’attesa che a volte dura anni e richiede un grande sforzo, passione e amore, quindi ogni volta il presidente Antonio lo sente come un suo nuovo figlio.
Il T-Major day svoltosi nella cornice di Villa Ottoboni a Padova, non è stata solo una giornata di festeggiamenti per il battesimo ufficiale dell’ultima generazione dei suoi trattori, nella fascia di potenza dei 50 cavalli.
Ma anche una buona occasione per condividere con i propri concessionari la ripresa del mercato, e le promettenti prospettive future evidenziate dagli ottimi risultati del primo semestre dell’anno, che ha fatto segnare un più 16 % rispetto l’anno precedente.
T-Major, degno erede del fortunato Tigrone, è un mezzo affidabile, semplice, economico, un umile ed instancabile compagno di lavoro.
Dopo le relazioni dell’ad. Marcello Carraro, del direttore commerciale Giorgio Ceccato e delle spiegazioni del responsabile del prodotto Pierclaudio Massarotto, un saluto commosso del Presidente Antonio Carraro, un uomo lungimirante e appassionato, che grazie alla sua continua spinta all’innovazione e all’estetica del mezzo, ha contribuito a rendere quest’azienda un eccellenza italiana nel mondo.“Ho sempre sognato di costruire il trattore “migliore” del mondo, qualche ci siamo riusciti”…

Prossimo appuntamento a Bari alla fiera Agrilevante, dal 15 al 18 ottobre 2015.